lunedì 3 settembre 2018

A SETTEMBRE RALLENTA E COLTIVA IL TUO INTUITO CON I TAROCCHI



È innegabile, settembre è il mese del ritorno: si rientra dalle vacanze, i ragazzi tornano a scuola, ricominciano i programmi preferiti alla tv, si torna a lavoro, alla pianificazione, ai nuovi progetti e ai buoni propositi.
Per molte persone il primo settembre è una data che mette addosso frenesia, voglia di fare, smania di dar vita alle idee, ansia di vederle realizzate, grandi aspettative.
Anche l'anno scorso ho scritto un post sull'energia di settembre e se vado a rileggerlo mi rendo conto che quest'anno per me settembre sta assumendo un valore diverso.

È vero che questo mese è caratterizzato da un fermento unico, l'entusiasmo è così tanto che fa scintille lo avverti nell'aria e ti contagia.
Tuttavia è anche vero che, se prestiamo attenzione alla grande maestra Natura, vediamo che invece  inizia a ritirarsi. Anche lei a suo modo compie un movimento di ritorno, ma verso l'interno. I suoi colori non sono più pieni e sgargianti come in estate ma diventano caldi, morbidi e pian piano tendono a scurirsi.
In natura tutto inizia a rallentare fin quasi a fermarsi. È un atteggiamento che difficilmente, presi dai fitti planning settembrini, riusciamo a traslare nella nostra vita quotidiana.

Ma è proprio necessaria tutta questa frenesia appena si torna dalle vacanze? Il nostro corpo, la nostra mente reggono o riescono ad abituarsi a un rientro così intenso?
In fondo ogni cosa che desideriamo far partire e realizzare in autunno ha bisogno di un po' di preparazione, di un periodo di gestazione in cui essere seminato con amore, coltivato con cura e nutrito con costanza e bisognerebbe concedersi il tempo giusto per farlo proprio adesso, poiché è abbastanza difficile, se si va in vacanza, farlo durante i mesi estivi.

Ecco perché quest'anno vorrei celebrare settembre come il mese delle riprese lente, dei ritmi giusti per far crescere le cose, senza fretta e senza ansia. E se vuoi trasformare anche tu questo mese magnifico in un periodo di passaggio e di riassestamento ti propongo alcune cose da fare per un rientro lento e pieno di cura:


  • concediti lunghe passeggiate nella natura, lei è sempre di grande esempio e semplicemente osservandola puoi trarre tutti gli insegnamenti di cui hai bisogno; rifletti, prenditi dei momenti in solitudine e coltiva te stessa lontano dalla folla;
  • non correre: cerca di non fare le cose di tutti i giorni troppo di fretta, semmai punta la sveglia un'ora prima al mattino così eviterai l'ansia dei ritardi;
  • prenditi cura del tuo corpo: d'estate ci concediamo spesso degli sgarri alimentari mentre questo è il  momento perfetto per disintossicarci;
  • leggi, studia, dedica tempo all'apprendimento e alla formazione: quale mese migliore di questo, quando c'è anche il rientro a scuola a ricordarci che gli esami non finiscono mai, per dedicare qualche ora al giorno allo studio di quello che ti interessa o che vuoi sviluppare in futuro?
  • coltiva la pazienza: cerca di non focalizzarti solo sui risultati (di un investimento economico, di una dieta o di uno sport o di un nuovo progetto) ma sulla maturazione di essi e quindi sui piccoli passi che devi fare ogni giorno per raggiungerli;
  • coltiva il tuo intuito, dialoga con te stessa, cura la tua spiritualità.


Su questo ultimo punto ti suggerisco due cosette da fare con i Tarocchi, strumento potentissimo per risvegliare l'intuito sopito: una stesura settembrina e il mio percorso “31 giorni con i Tarocchi”. Fidati se ti dico che non c'è momento migliore di questo per seguirlo e dare una bella sferzata al tuo intuito imparando pian piano a fidarti di lui, puoi scaricarlo subito qui sotto.




Ecco invece una bella stesura da fare nei prossimi giorni. Procedi in questo modo: dividi il mazzo in Arcani Maggiori, Arcani Minori, carte figurative e Assi e mescola i quattro mazzetti, poi estrai le carte secondo lo schema.

  1. Tema del mese (Arcani Maggiori)
  2. Quali sono i doni dell'estate che porto con me a settembre? (Arcani minori)
  3. Quale parte di me ha bisogno di essere ascoltata adesso? (Carte figurative)
  4. Dove ho bisogno di rallentare (Assi)
  5. Quali progetti vogliono cura (Intero mazzo)
  6. Cosa devo studiare? (Intero mazzo)




Se vuoi puoi scaricare questo schema in formato pdf QUI.
Poi se ti va, raccontami nei commenti com'è andata, del tuo settembre e del tuo rientro, ti aspetto!



Nessun commento:

Posta un commento