lunedì 18 giugno 2018

MOON AT WORK: INTERVISTA A SARA LEA CERUTTI



Siamo al terzo lunedì del mese e, se mi segui già da un po', sai che c'è l'appuntamento con donne speciali che usano nel loro lavoro i Tarocchi o le carte di ispirazione, per se stesse o per le loro clienti.
Questo mese, però in cui sto esplorando il tema Luna, desideravo che fosse lei la protagonista anche nell'intervista mensile. Ecco perché stavolta i miei sempre amati Tarocchi hanno ceduto il passo a nostra signora Luna e la rubrica, in edizione straordinaria, si intitola "Moon at work".
Per l'occasione ho incontrato una persona davvero speciale, creativa ed accogliente, che dal rapporto fra la Luna, i suoi cicli e il ciclo femminile ha creato un mestiere. 
Sara Lea, idealista di natura e da sempre in ricerca di qualcosa di più della mera quotidianità, si definisce educatrice mestruale. Per scoprire cosa significa, leggi la sua intervista.



Ciao Sara, per chi non ti conosce, di cosa ti occupi?

Grazie Manuela per quest'intervista. Attraverso varie forme creative, da dieci anni, mi occupo di consapevolezza ciclica della donna. Prima come educatrice a contatto con mamme ed adolescenti, poi, negli ultimi cinque anni, come facilitate del Cerchio di Sorellanza che ho creato nella mia città. Negli ultimi due anni ho trovato il modo di affinare tutte queste esperienza e professionalità attraverso la creazione del Progetto Educazione Mestruale.

Mi occupo, quindi, di  accompagnare donne e ragazze nel conoscere intimamente la loro natura ciclica, elaborando il vissuto femminile nella sua matrice emozionale e sbloccando condizionamenti sociali che limitano la realizzazione individuale.


Parlaci ancora di educazione mestruale e di come questo tema si rapporta alla Luna.

Parlare di educazione mestruale, per me, significa occuparsi della propria femminilità in modo responsabile: quando ti avvicini ad un tema così importante come la tua ciclicità mestruale ti apri ad accoglierne “gioie e dolori”. Non si tratta solo di responsabilizzarsi per la propria salute smettendo di delegarla ad un farmaco o ad un medico, ma si tratta di integrare dentro di te il bagaglio emotivo racchiuso nel tuo grembo. Il mio modo di proporti l'educazione mestruale si basa sulla ferma convinzione che tu abbia tutte le capacità per destrutturare le convinzioni che limitano la tua identità femminile e creare una nuova mappa di valori che ti permettano di vivere bene i cambiamenti del tuo corpo e della tua interiorità.

La Luna è la rappresentazione archetipica del principio femminile secondo moltissime correnti di pensiero occidentali e non solo. Come donne, entriamo in contatto con le energie lunari quando desideriamo integrare nel nostro vissuto con quello del nostro lignaggio materno: non solo il rapporto con nostra madre, ma con tutte le figure femminili che hanno svolto un ruolo di riferimento nello strutturare la nostra storia personale.

Il nostro ciclo mestruale, in oltre, è ritmicamente connesso la Luna tramite il cadenzarsi di più fasi di maturazione, gestazione ed espulsione nell'arco 28 giorni. Questo, ovviamente, non vale per tutte quelle donne che vivono periodi di irregolarità mestruale; ma in questo caso il ritmo lunare aiuta a cadenzare un proprio ritmo sbloccando le aspettative. Monitorare la propria ciclicità grazie alle mensilità lunari è una pratica antichissima per stabilire la fertilità femminile. Non è una scienza attendibile, ma una pratica di crescita personale che aiuta emotivamente la donna a prepararsi all'evento che verrà.

Nel mio lavoro educativo insegno come mappare la propria ciclicità grazie al moto lunare e spesso suggerisco pratiche di meditazione lunare in fasi del mese particolari.


Che rapporto hai con il tuo intuito e con il mondo di ciò che non vediamo?

Ritagliarmi del tempo per coltivare il legame con la mia interiorità, accogliere con fiducia i messaggi della mia natura intuitiva, sono una pratica che mi offro quotidianamente da quasi vent'anni. Sin da molto giovane, infatti, ho avuto la fortuna di frequentare ambienti in cui parlare e confrontarsi sul “mondo di ciò che non vediamo” era vissuto come naturale: a sedici anni, in oltre,  iniziai a frequentare dei gruppi di sciamanesimo femminile, che mi diedero interessanti strumenti con cui coltivare la mia capacità immaginativa e conoscere meglio il mio potenziale femminile.


Ci sono strumenti particolari che usi per te stessa e/o per le tue clienti? 

In concomitanza con i plenilunii e con i novilunii mi dedico del tempo per centrarmi e radicarmi nel mio grembo, accogliendone la saggezza. Suggerisco questa pratica alle donne a cui serve aumentare la propria sensibilità, mentre lo sconsiglio a chi è già molto emotiva perché forme di meditazione  che partano dal centro del grembo smuovono moltissime emozioni. Per loro consiglio un approccio graduale di ritorno al corpo tramite altri strumenti che insegno nei miei percorsi di crescita personale.


Hai un consiglio o un suggerimento da dare alle nostre lettrici?

Quando si tratta della vostra salute, non sottovalutate l'importanza della prevenzione. Non è normale vivere con dolore i giorni delle mestruazioni. Non è normale avere pochissime mestruazioni rosa o abbondanti mestruazioni marroni. Non è normale sentire forti dolori al seno durante la fase ondulatoria. Non è normale sentirsi sempre stanche, avere sempre fame e dormire male. Probabilmente state soffrendo della sindrome da ovaio policistico (che non è una malattia, ma una sintomatologia da stress) ed è importante farsi fare dei controlli.

Poiché Manuela vi ha già consigliato il libro “Luna Rossa” della mia insegnante Miranda Gray, il mio consiglio ricade su un altro interessantissimo testo di spiritualità femminile: “Mestruazioni” di Alexandra Pope.


Dove possiamo trovarti? 

Per approfondire il tema o per chiedermi informazioni potete venirmi a trovare sul sito www.saraleacerutti.com
oppure seguire sui social di  Instagram  e Facebook


Ringrazio tantissimo Sara Lea per averci raccontato di sé e del suo prezioso lavoro, introducendo e spiegando una visione piena di consapevolezza sulla ciclicità femminile e ti lascio sbirciare fra le sue pagine. Alla prossima intervista!



NB. La rubrica Tarot at work è mensile. Pubblico le interviste il penultimo lunedì del mese, se vuoi candidarti scrivimi pure a mail@kindofmagic.it
Ti aspetto!

Nessun commento:

Posta un commento