lunedì 14 maggio 2018

SELF-LOVE ANCHE A LAVORO: 7 CONSIGLI TESTATI DA UNA PESSIMA IN VIA DI REDENZIONE



Lunedì scorso in questo post ti ho parlato di self-love, un argomento che mi sta molto a cuore in questo periodo, ecco perché desidero continuare a parlarne. Stavolta, però, in relazione al lavoro, un aspetto davvero importante della vita, che può causare insicurezze, ansia e sress per un'infinità di motivi.

Se lavori in proprio l'organizzazione, il raggiungimento degli obiettivi, le eccessive distrazioni, le interruzioni continue, i contrattempi, il rapporto con i clienti, i conti e chi più ne ha più ne metta.
Se lavori come dipendente i fattori di ansia e stress che possono minare il tuo amor proprio e la sicurezza in te stessa sono altrettanti: le pressioni del capo, il rapporto con i colleghi, la competitività sfrenata perfino nel look, le critiche poco costruttive, il dover svolgere delle mansioni che non ti valorizzano e anche qui potrei proseguire all'infinito.

Credo, però, che si possano usare dei semplici accorgimenti che, insieme ad un lavoro di consapevolezza, possono aiutarti a far si che tutto questo non si trasformi in scarso amore di sé per poi peggiorare in disistima di noi stesse o trascuratezza.
Quelle che seguono sono piccole abitudini che io stessa sto sperimentando, non sono i dieci comandamenti del self-love, ma per me funzionano e quindi semplicemente desidero condividerli, perché magari là fuori c'è qualcuno per cui possono funzionare altrettanto bene.


LA TUA IMMAGINE CONTA

Non sono certo il tipo di persona che giudica dalle apparenze, quello che voglio dire con “la tua immagine conta” è che guardarti allo specchio e vedere un'immagine che ti piace ti fa sentire bene e crea una sorta di alone di sicurezza che viene percepito anche dagli altri, ma come prima cosa da fiducia a te.
Questo lo dico soprattutto a me stessa che per pigrizia, lavorando a casa, tendo a non curare abbastanza il mio aspetto esteriore (se ne saranno accorte molte delle mie clienti che mi hanno vista 100% acqua e sapone durante le skype call).
Quindi, la raccomandazione vale soprattutto per le amiche in proprio che lavorano da casa: evitare la pigrizia, curare il proprio aspetto giorno dopo giorno non dovrebbe essere qualcosa che facciamo solo per gli altri, cioè quando usciamo e incontriamo gente. È importante farlo anche per noi, per migliorare la percezione di noi stesse e la nostra sicurezza. Io che sono pigrissima in questo senso, ho scoperto che mettermi un filo di trucco, una bella camicia e un accessorio che sia una collana, un braccialetto o un orecchino, mi fanno sentire subito molto meglio... più powerful.


DUE GOCCE DI PROFUMO

Ma no, abbonda pure. Una bella spruzzata la mattina del tuo profumo preferito, prima di metterti alla scrivania, ti donerà un alone di piacevolezza, una sensazione di benessere e, non so come spiegarlo, ma anche la reale percezione che ti stai volendo bene, ti stai trattando bene, ti stai prendendo cura di te come essere che merita quella cura.
Non mi addentro nell'ampio mondo dell'aromaterapia, ma sappiamo bene quanto un profumo possa agire positivamente sul nostro umore quindi perché no?
Mi risponderai: non devo uscire, sarebbe uno spreco. E invece no, quello che fai per te stessa non è mai sprecato. 


AMBIENTE, INCENSI E CANDELE

Crea un bell'ambiente intorno a te con foto, piante, fiori colorati. Accenditi un incenso che ti faccia entrare nel mood giusto o una candela che ti faccia compagnia.
Niente di impegnativo, niente di trascendentale, solo una coccola per te... e hai detto niente?

Questi tre gesti che riguardano la persona, sono più spesso trascurati da chi lavora da casa. Ci sono poi accorgimenti che puoi adottare per amarti di più, sia che tu lavori da casa sia che lavori in ufficio o in coworking.
Ecco alcune cose che puoi mettere in pratica per allenare il self-love.


CONCEDITI UNA PAUSA

durante la quale far qualcosa che ti piace. Spesso durante il lavoro le situazioni sono due: o vieni distratta da millemila notifiche e continue interruzioni, oppure lavori per ore ininterrottamente senza pause per non perdere il momento di produttività.
Ma una vecchio adagio dice che la verità sta nel mezzo, che tradotto significa: lavora senza distrazioni, ma ogni tanto concediti una piccola pausa durante la quale fare qualcosa che ti piace o comunque distrarre la mente.


PREMIATI

Quando raggiungi un obiettivo a cui hai lavorato non fare come se niente fosse. Hai realizzato qualcosa che ha richiesto impegno, sei stata brava, perché non celebrare i tuoi successi, piccoli o grandi che siano? Concediti un premio, un gesto di amore per te stessa e la tua autostima ti ringrazierà.


PRENDITI I GIUSTI MOMENTI DI RELAX

Non riposarsi mai, lavorare nei weekend, fare le ore piccole per soddisfare al meglio le aspettative. Questo è un atteggiamento più tipico di chi lavora in proprio ma in certi casi può caratterizzare anche chi lavora come dipendente. Amarti significa anche goderti il tempo libero, curare i tuoi interessi, le tue relazioni; vivere la casa, leggere un libro, fare sport o un bagno rilassante.
Staccare per un po' di tempo dal lavoro a me aiuta tantissimo a ricaricare le energie e alimentare la creatività: non dovremmo mai dimenticarci di farlo come gesto d'amore per noi che ci aiuti ad aumentare la fiducia nelle nostre capacità.


IMPARA A DIRE NO

Essere sempre disponibile sul lavoro, per i clienti, per i colleghi, per il capo, per i collaboratori, può essere un'arma a doppio taglio. Magari lo fai perché gli altri possano apprezzarti, ma può succedere che invece gli altri diano tutto per scontato e anziché apprezzare ti chiedano sempre di più, spesso senza nemmeno dire grazie. Se clienti, colleghi e collaboratori ti chiedono troppo, impara a dire no con serenità e a far rispettare i tuoi confini. 
Questo vale anche per quei clienti che per pochi soldi ti chiedono l'impossibile, per chi pensa di poter comprare non solo il tuo servizio e la tua competenza, ma il tuo tempo e la tua totale disponibilità. In queste situazioni un no al momento giusto ti può salvare da situazioni da incubo: è un atto d'amore verso di te.

E tu, cosa fai per amarti di più sul lavoro? Hai qualche suggerimento da aggiungere?
Scrivimelo nei commenti.


PS. Continua #frateetescelgome, il self-love challenge che ti farà rifiorire. Puoi ancora iscriverti da QUI, scaricare le self-love cards e iniziare subito!

Nessun commento:

Posta un commento