lunedì 28 maggio 2018

5 MODI E QUALCHE STRUMENTO PER COLTIVARE L'AMOR PROPRIO




L'amor proprio, (o self-love come ho amato chiamarlo nelle scorse settimane) è, a mio avviso, alla base dell'autostima. 
Spesso questi due termini, autostima e amor proprio, sono usati come sinonimi ma credo esista una sfumatura che li differenzia che consiste nel fatto che l'amor proprio viene prima dell'autostima, ne è presupposto: se non ci amiamo, se non coltiviamo quell'amore giorno per giorno, non saremo mai in grado di credere in noi stessi, nel nostro potenziale e nelle infinite capacità che abbiamo.

Secondo Nathaniel Branden, l'autostima “è la disponibilità a sperimentare se stessi come individui in grado di affrontare le sfide fondamentali della vita e come esseri degni di conoscere la felicità”.

Grazie al master in coaching che sto frequentando ho anche imparato quali sono le due componenti essenziali dell’autostima:

  1. La fiducia nelle proprie capacità di pensare, imparare, scegliere e prendere decisioni adeguate;
  2. Il rispetto di sé ovvero la convinzione di avere il diritto di essere felici, cioè di essere certi che la realizzazione, il successo, l’amicizia, il rispetto, l’amore ed il completo appagamento sono alla nostra portata.


In questo post, ti racconto come sto facendo io per conquistare pian piano e con fatica quella fiducia e quella convinzione, che secondo me arrivano quando impariamo ad amarci.



5 COSE CHE PUOI FARE PER AMARTI


1. PIACI A TE STESSA: AMA IL TUO CORPO E VALORIZZA LA TUA IMMAGINE

So che può sembrare banale o narcisistico, ma credimi non lo è affatto. Si comincia dal corpo e dall'immagine perché, che ci piaccia o no, è la base, la cosa più scontata, quella che si vede per prima e spesso ciò che è fuori è l'immagine di ciò che è dentro.
Investiamo tante energie per apparire più magre, belle e ben vestite, ma lo facciamo sempre con lo scopo di piacere agli altri perché è in loro che cerchiamo accettazione e apprezzamento. Peccato che l'apprezzamento degli altri, i loro complimenti non basteranno mai a darci sicurezza se non siamo noi per prime ad amare noi stesse, ad accettare anche i nostri difetti, ad amarli, valorizzarli e perché no, farne un punto si forza, un tratto distintivo.
Capovolgere la prospettiva su questo punto è fondamentale: prova a migliorare il rapporto che hai con la tua immagine nell'ottica di piacere a te stessa piuttosto che agli altri. 
Ci sono tanti modi e spesso delle semplici abitudini possono fare miracoli: bere tanto, fare lunghe passeggiate o mezz'ora di moto al giorno, mangiare sano e non per arrivare perfetta alla prova costume ma perché vuoi bene al tuo corpo che è un tempio, la casa dell'anima.
E poi: indossare il tuo profumo preferito, un rossetto rosso, un bel trucco che valorizza lo sguardo, un vestito che ti calza a pennello e che ti fa sentire bene. Fallo qualche volta anche se resti in casa, anche se non devi incontrare nessuno. Fallo pensando che sei tu quella che devi incontrare ogni volta che passi davanti allo specchio e vuoi poter dire “ah però!”
Non si tratta di scalare una montagna, ma di compiere piccoli gesti quotidiani alla portata di tutti.
A cosa serve: col passare dei giorni comincerai a piacerti, ad apprezzarti, a muoverti con più sicurezza, a risplendere di una luce diversa tale che poi anche gli altri, non tarderanno ad accorgersene.


2. COLTIVA LA TUA SPIRITUALITÀ

Dentro al corpo c'è un'anima lo sappiamo, e anche lei ha bisogno di essere curata per rafforzarsi e contribuire a far splendere quella luce di cui ti parlavo prima, quella luce che si manifesta all'esterno ma che viene da dentro.
Il rapporto con la spiritualità e il modo di viverla è molto personale e ognuno può trovare il suo modo di praticarla e coltivarla. Importante è non considerarla come qualcosa di marginale, accessorio, da coltivare nei ritagli di tempo e tanto perché si deve.
Importante è capire che coltivare la nostra anima come un giardino ci permette di trovare la centratura, di mantenere il contatto con la nostra essenza, la nostra verità, il nucleo di noi stesse e dialogare con esso, con il nostro divino ogni volta che ne abbiamo bisogno per non perderci.
Tantissime sono le cose che nutrono l'anima: meditazioni, mantra, yoga, preghiera, rituali, scrittura, passeggiate nella natura, ma è essenziale la pratica quotidiana perché solo attraverso di essa è possibile spingersi sempre più dentro se stesse e infine arrivare a toccare il proprio centro.
Io mi trovo benissimo con la meditazione a cui dedico semplicemente 10 minuti al giorno. Se pensi che sia nelle tue corde e vuoi provare anche tu, qui c'è un post in cui ti spiego come creare un angolo di meditazione in casa tua, che è il primo passo da fare per iniziare.
A cosa serve: viaggiare nella tua anima ti farà scoprire la sua profondità e vedere quanta luce hai, come potresti non amarti?


3. PRENDITI DELLE PAUSE CREATIVE

La creatività è anch'essa considerabile come un muscolo: se la tieni in allenamento otterrai sempre di più e scoprirai capacità insospettate. 
Allenare la creatività però richiede tempo e quindi ogni tanto, almeno una volta al mese, metti in agenda un giorno o mezza giornata in cui sperimentare qualcosa di creativo: un corso di teatro, di musica, la scrittura, il disegno, il collage, la cucina, un'attività che impegni la tua manualità.
Qualsiasi cosa che ti spinge un po' oltre i tuoi confini ti permette di entrare in mondi nuovi e pieni di possibilità e di sperimentare delle parti di te inedite e tutte da scoprire. 
A cosa serve: ad esplorare e scoprire i propri talenti che credimi, sono tantissimi e talvolta nemmeno siamo consapevoli di averli; a scoprire quante cose siamo in grado di fare.


4. CONCEDITI DEL TEMPO DA DEDICARE SOLO A TE STESSA

Non solo tutte queste cose richiedono tempo, ma anche i piccoli gesti quotidiani di self-love che puoi fare ogni giorno per te stessa richiedono tempo. Un tempo che sia dedicato solo a te, un tempo che ti prendi per amarti e coccolarti, per costruire gesto dopo gesto, la convinzione di meritartelo. Non solo e sempre gli altri, anche tu.
A cosa serve: a non farti sovrastare dalle mille cose da fare dimenticandoti di te stessa e scomparendo; a costruire nel tuo inconscio la convinzione che anche tu meriti cose belle.


5. RICONOSCI LE TUE QUALITÀ E CELEBRA I TUOI SUCCESSI

Questo è un esercizio che dovremmo fare tutti per ricordarci quanto siamo speciali e di quante risorse abbiamo. Invece si tende sempre a non dare alcun peso ai successi, a quello che si è riusciti a fare bene, ai risultati positivi, lasciandoli scivolare come fossero cose da niente e concentrando l'attenzione solo su ciò che è andato storto.
Occorre resettare la mente in positivo e per farlo è necessario concentrarsi sulle proprie qualità e celebrare i propri successi, di qualsiasi natura o entità essi siano.
Prova a scrivere un elenco delle qualità che ti riconosci e chiedi ad amici, conoscenti e familiari di elencarti tre qualità che loro vedono in te. Sarà un bel viaggio di scoperta e di conferme, ti porterà una gratificazione che non ti aspetti e ti metterà nella condizione di cominciare ad apprezzare e ad amare veramente te stessa.
Poi vai indietro nel tempo e cerca di ricordare  le piccole e grandi cose che hai fatto bene, i successi che hai ottenuto, non importa quanto grandi e di ricordare come ti hanno fatto sentire e che impatto hanno avuto su di te e sugli altri. Scoprirai così di aver fatto veramente tante cose bellissime nella tua vita, che hai delle capacità, che puoi fare ancora molto.
A cosa serve: a riconoscere le tue capacità, le tue risorse e i tuoi meriti, a dirti che sei stata brava e ad apprezzarti per come realmente meriti.


Chiudo questo lungo post con dei piccoli suggerimenti a proposito di strumenti che puoi usare per iniziare a coltivare il tuo self-love e continuare ogni giorno a farlo: per approfondire l'argomento self-love questo libro, per cominciare ad amare il tuo corpo e a curarlo come un tempio, questo percorso detox che inizia il primo giugno e questo programma di home fitness se non ami la palestra; per compiere ogni giorno un piccolo gesto d'amore per te stessa e rifiorire  questa sfida di 21 giorni, per ispirarti questo mazzo di carte o questa app.

Ti aspetto nei commenti se vuoi raccontarmi la tua esperienza su questo vasto e bellissimo argomento o aggiungere qualche suggerimento in più ;-)
Buon self-love!

Nessun commento:

Posta un commento