lunedì 12 febbraio 2018

SAN VALENTINO: LE SUE ORIGINI E UNA STESURA D'AMORE



Febbraio è un mese particolare: oltre ad essere più corto porta con sé la festa di San Valentino e una ventata di cuoricini, cioccolato, voglia d'amore e soprattutto di manifestarlo.
Lo so che tutto questo può sembrare ridicolo e sciocco; io per esempio non sono una smielata, penso che l'amore non vada manifestato un giorno all'anno e che se ci si ferma solo ai fiori e ai cioccolatini si è fatto ben poco per curare la propria relazione: un sentimento va nutrito e curato sempre.
Ma se pensi che si tratti di una festa commerciale magari importata dall'America dovrai ricrederti. È vero, ad oggi ha assunto una declinazione parecchio consumistica, ma le sue origini non sono né commerciali né straniere bensì pagane e tutte italiane.


Sembra che la festa di San Valentino abbia le sue antiche origini pagane nella celebrazione romana dei Lupercali, una festa legata alla natura, al risveglio della primavera, ai riti per la fertilità dei campi e delle persone. 
Le celebrazioni pagane, però, erano troppo lontane dalle concezioni ecclesiastiche e così, come quasi tutte le feste pagane, furono sostituite da una versione religiosa. La chiesa, trasformò infatti una festa della fertilità in una festa dell’amore, dedicando la giornata ad un vescovo che fu giustiziato per aver unito in matrimonio due persone di religione diversa.
Oggi, forse, si è dimenticata un po' l'origine di questa ricorrenza di cui viene in risalto soprattutto il lato commerciale, la mostra di cuori, fiori e lustrini.

In tutto ciò il rischio può essere:

  • per chi è in una relazione quello di ricordarsi di dare attenzione all'altro solo per un giorno all'anno o poco più. Se questo ti succede, se presa dalla frenesia quotidiana senti che non stai dando  nutrimento al tuo rapporto o se hai dubbi in merito, ti consiglio di dare un'occhiata QUI.
  • per chi è single il rischio è quello di provare un senso di vuoto, di scoraggiamento e di sfiducia, di sentirsi sola, pensare che non troverà mai la persona giusta, vedere tutto nero e non sopportare nessuna smanceria o manifestazione d'affetto intorno a sé, oppure di cercare freneticamente l'altra metà della mela.

Se è questo che ti succede, prova a concentrarti maggiormente sul fatto che l'amore ha tante forme, altrettanto gratificanti. Quando senti che la tua energia relativa all'amore è bassa, ricordati di questo e del fatto che puoi donare e ricevere amore in moltissimi modi poiché come tutta la realtà che ti circonda, anche l'amore è un'energia. 
Prova a ridefinire la tua concezione dell'amore, come lo vivi e come lo manifesti, anche nei confronti del mondo e delle persone che ti circondano. 

Per celebrare l'amore in senso più ampio e riconnetterti con esso come energia, prova questa stesa di Tarocchi: ti aiuta a capire come vivi e manifesti l'amore, cosa credi rispetto ad esso e come lo metti in pratica nel mondo.
È una stesa che ho trovato sul sito Little Red Tarot e si basa sull'energia del tre di coppe, una carta di condivisione, espansione, realizzazione emozionale.
Estrai dl tuo mazzo il tre di coppe e concentrati su questa carta e sui suoi particolari. Cosa ti fa venire in mente rispetto all'amore? Osservala: la sua simbologia si concentra sulla coppia o sull'amore in senso ampio?
Prova a percepire l'energia di questo arcano e a sintonizzarti con essa: sforzati di immaginare cosa puoi fare per non sentirti sola.
Quando sarai entrata in sintonia con la carta mescola il tuo mazzo finché non ti sentirai pronta ad estrarre le tre carte della stesa.




CARTA 1: CHE INNAMORATA SEI?
Questa carta ti da un'idea di come sei quando ami, come ami, qual è il tuo modo di manifestare l'amore e quale potrebbe essere il tuo ruolo nelle relazioni  che vivi. La carta che hai estratto ti risuona e conferma quello che sentivi già o ti invita ad una riflessione su di te?

CARTA 2: LE TUE CONVINZIONI SULL'AMORE
Questa carta ti invita a riflettere su quali sono le tue convinzioni sull'amore accumulate nel tempo e con le esperienze vissute. Anche in questo caso rifletti bene per capire se il suo messaggio mette in luce una tua reale consapevolezza, o se è piuttosto un invito ad analizzare e/o scardinare certe tue convinzioni.

CARTA 3: COME DIFFONDERE L'AMORE INTORNO A TE
Questa carta ti mostra come puoi vivere e manifestare un amore più ampio e universale perché quando ti senti sola, può farti molto bene pensare che fai parte di un contesto, attingere alla saggezza e all'energia collettiva e sapere che siamo gli uni legati agli altri.

Questa è una stesa che possono sperimentare tutti, single e non. Provala e poi, se ti va, passa di qua per farmi sapere com'è andata, ti aspetto nei commenti!




Nessun commento:

Posta un commento