lunedì 5 febbraio 2018

I TAROCCHI E LA STESURA A TRE CARTE



Oggi voglio parlarti della stesura a tre carte, del perché la preferisco e la uso sempre sia per me che nelle mie Letture ispirazione.
Come saprai, se hai scaricato e seguito il mio workbook “31 giorni con i Tarocchi” (se non l'hai ancora fatto, puoi scaricarlo QUI e iniziare subito) è possibile ricevere messaggi, consigli o ispirazioni anche da una sola carta o due, ma è a partire dalle tre carte che inizia l'arte della lettura vera e propria.
Come la frase minima in italiano, composta da due elementi, soggetto e predicato, si arricchisce di senso e dettagli con l'aggiunta di almeno un complemento, così è per i Tarocchi: la “frase” comincia ad assumere maggiori sfumature con l'aggiunta di un elemento in più, ossia di una carta in più. E come la frase, anche la lettura a tre carte offre la possibilità di essere ampliata e adattata all'andamento della consultazione, aggiungendo man mano, in base alle necessità e al quadro che si presenta, ulteriori carte.


Essendo molto basic, questa lettura si presta a una quantità di interpretazioni e quindi lascia assoluta libertà a chi legge di accogliere l'intuizione del momento.
Mi piace molto questa libertà e anche il fatto che, essendo appunto molto basica, permette di essere ampliata a piacimento con ulteriori domande e nelle direzioni che si presentano più interessanti da approfondire. È come dare un input, dal quale poi possono aprirsi un'infinità di sviluppi.
Queste caratteristiche la rendono molto adatta ad instaurare un dialogo fra i Tarocchi e la persona che li consulta ed è per questi motivi che la preferisco ad altre letture, seppur interessanti, ma molto più strutturate e per questo più rigide.


4 STRATEGIE PER LEGGERE TRE CARTE  E QUANDO USARLE

L'infinità di significati che possono assumere tre carte insieme potrebbe, all'inizio, disorientarti, quindi può esserti utile, prima di tutto stabilire una strategia di lettura, ossia decidere prima oppure dopo aver visto le carte e in base a come si presentano, che significato avrà ogni carta rispetto alla posizione che assume.
La strategia di lettura viene in aiuto dando un senso e delle regole all'interpretazione, esattamente come il campo dà il proprio orientamento al gioco e ne stabilisce le regole.
Quando sarai molto connessa con il tuo mazzo e avrai fatto abbastanza pratica, ti renderai conto di non avere più bisogno di definire a priori il “ruolo” giocato da ogni carta ma potrai lasciarti ispirare sul momento in una narrazione fluida, come se stessi raccontando una storia.
Esistono diverse strategie di lettura a tre carte, te ne elenco 4 molto utili, semplici ed efficaci.


1. Evoluzione di una situazione
In questa strategia le carte A,B,C, rappresentano rispettivamente gli aspetti passati, presenti e le possibilità future della situazione che si sta indagando. È molto utile non focalizzarsi su “cosa succederà” ma sull'idea di evoluzione. Così impostata, infatti, la triade rappresenta non una sentenza, ma un'istantanea della situazione che chiarisce il modo in cui il consultante l'ha vissuta nel passato e il suo atteggiamento presente, mettendo anche in luce le energie a sua disposizione per far si che evolva in un certo senso piuttosto che in un altro. Utile per indagare situazioni poco chiare.

2. Inizio, svolgimento, risultato
In questa strategia le carte A,B,C, rappresentano rispettivamente l'inizio, gli sviluppi e il risultato di una situazione o di un'azione: la carta A è un inizio che si sviluppa in B e C. Può essere utile soprattutto quando il consultante chiede un consiglio su una decisione da prendere o sta iniziando una nuova esperienza di cui è utile capire le potenzialità per poterle sfruttare al meglio.

3. Elementi a favore avversità, esito
In questa strategia le tre carte A,B,C rappresentano rispettivamente gli elementi a favore della situazione, le avversità o elementi a sfavore e l'esito che si prospetta possibile. È molto utile per indagarne gli aspetti nascosti e ignoti e per capire cosa può essere utile fare affinché si concluda nel modo desiderato e se ne possa cambiare l'esito. Anche questa strategia è più un'istantanea della situazione ma a differenza della lettura evolutiva che va a focalizzarsi su aspetti passati, presenti e prospettive future, questa individua le energie che si muovono intorno ad essa e quindi è molto utile per capire come sfruttare tali energie per condizionarne l'esito.

4. Lettura come una frase: soggetto, verbo (azione) e complemento.
Molto interessante anche leggere le tre carte assegnando ad ognuna di esse, A,B,C, rispettivamente la funzione di soggetto, verbo e complemento. Secondo questo ordine quindi A, B e C indicheranno nell'ordine chi (A) fa (B) cosa (C) o altro complemento in base alla carta che si presenterà.
Anche questa strategia è perfetta per chi chiede un chiarimento o un consiglio, ad esempio: che cosa sto facendo, che cosa posso fare nel mio lavoro?


Naturalmente puoi integrare le strategie fra loro: ad esempio iniziare con la strategia degli elementi a favore, avversità, esito e poi approfondire dando un significato temporale alle stesse tre carte.


Lettura senza una strategia prestabilita
Infine, come ti accennavo sopra, una volta che avrai preso pratica e confidenza con il tuo mazzo potrai scegliere di svolgere una lettura senza alcuna strategia prestabilita che è come comprendere qualunque frase pronunciata in una lingua nota senza bisogno di fare la traduzione mentale.
Quello che puoi fare in questa lettura è seguire il richiamo di un simbolo da cui partire nella narrazione lasciandoti ispirare da esso, seguire la direzione degli sguardi e i movimenti dei personaggi per comprendere la natura del rapporto che c'è tra loro e per farti delle domande che ti aiutino nell'interpretazione: che cosa sta guardando La Papessa? Dove si dirige Il Matto? Quale forza sbloccherà la Ruota di Fortuna? Sarà come narrare una storia.
La lettura delle tra carte senza strategia è quella che più si presta ad essere ampliata poiché la direzione di gesti sguardi e movimenti, potrebbe aprire il gioco sia a destra che a sinistra, ad ulteriori estrazioni fino a concludere la frase o la storia.
Questa è la lettura più ispirata, quella che amo di più perché grazie all'estrema libertà che la caratterizza tocca maggiormente le corde dell'intuito che può fluire privo di paletti.


COME SI SVOLGE LA LETTURA A TRE CARTE

Se decidi di usare una strategia, puoi scegliere di stabilirla prima del tiraggio o sceglierla successivamente, in base a come le carte si sono presentate. Se sei all'inizio della tua pratica con i Tarocchi ti consiglio di usare solo gli Arcani Maggiori, per poi man mano introdurre anche i Minori.
Poni la domanda e mescola il mazzo finché non ti sentirai pronta. Infine scegli tre carte e disponile una accanto all'altra. Gira le tre carte e procedi nella lettura.

Semplice ma profonda e ricchissima di sfumature al tempo stesso. Provala  e poi raccontami nei commenti com'è andata, ti aspetto!


Nessun commento:

Posta un commento