lunedì 2 ottobre 2017

OTTOBRE, L'ARCANO XIII E LA MAGIA PURIFICATRICE DEGLI INCENSI


Ottobre del mio cuore, dalle mille sfumature, eccoti finalmente.
Non so per te, ma per quanto mi riguarda, ottobre è sempre stato uno dei mesi preferiti, se la gioca alla grande con dicembre.
Di ottobre mi piacciono tantissimo i colori, i profumi e tutte le cose che si fanno in questo periodo legate alla terra come la vendemmia e la raccolta delle olive. Quando ero piccola mio nonno vendemmiava e io ho tanti ricordi di questo momento dell'anno legati alla mia infanzia.


Nel cortile di casa c'era un mucchio enorme di legna tagliata da rimettere in cascina e noi bambine, insieme al cane, ci salivamo sopra per giocare e ci facevamo scattare le fotografie.
Dopo la vendemmia si accendeva il camino per arrostire le castagne e mangiarle col vino nuovo e le ciambelle al mosto che facevano le nonne, ed era una festa.
Poi c'erano gli ulivi carichi di frutti, pronti a donarci il loro oro: l'olio, che ci bastava per tutto l'anno.
Io e le mie sorelle vedevamo solo un gran viavai, ma non ci lasciavano fare niente perchè i grandi, ai bambini, nemmeno ci facevano caso. Così noi potevamo sgattaiolare in giro a fare tutto quello che ci passava per la testa, tanto tutti avevano da fare e ci lasciavano scorrazzare intorno casa con le babbucce ai piedi, indisturbate.

Oggi è rimasto poco di quel mondo, mio nonno non c'è più, la vendemmia è solo un lontano ricordo. Però ci sono ancora io a fare l'olio, poco ma buono. C'è rimasto un piccolo pezzo di terra dietro casa e lì, gli ulivi danno ancora i frutti... e l'oro.
Mi sento un po' un'alchimista: a trasformare quelle piccole olive in oro, mi sembra di fare una vera magia.

Capisci perchè ottobre mi piace così tanto?
E poi è il mese dell'introspezione e anche del Samhain, forse più conosciuto come Halloween.
La notte fra il 31 ottobre e il 1 novembre è senza dubbio una delle notti più cariche di magia di tutto l'anno: tra il mondo dei vivi e quello dei morti la distanza sembra accorciarsi e pare quasi di sentirli quegli spiriti intorno a te.
Il Samhain è il capodanno pagano, la notte in cui si si festeggia la fine di un ciclo in attesa del nuovo e si lasciano andar via le cose vecchie, quelle che hanno fatto il loro corso.

Nei Tarocchi potremmo far coincidere questa ricorrenza con l'Arcano XIII, o arcano senza nome, meglio conosciuto come La Morte. Stai già tremando, vero? In realtà, questa carta è quella che ci invita proprio a fare pulizia profonda, piazza pulita di ciò che ormai fa parte solo del passato, una rivoluzione nelle nostre abitudini stantie, un lavoro di purificazione per poi rinascere a nuova vita.
Quindi, perchè non approfittare di questo periodo per eliminare dalla nostra vita qualcosa che non ci piace più, che ormai è inutile e magari anche un peso? O proprio per fare pulizia e purificazione di casa e oggetti a cui teniamo? Proprio in riferimento all'Arcano XIII,

il mio consiglio è di fare un gesto di pulizia per il dentro e uno per il fuori.

Per il dentro: pensa a quella cosa (ideale o materiale) che ti sta dando fastidio da un po' e che non hai mai eliminato e sbarazzatene senza pietà. Non dev'essere per forza una cosa grande, anche una piccolezza, che però sta lì da una vita e ogni tanto ci pensi.
È un gesto catartico che ti farà un gran bene: ti sentirai subito più leggera.

Per il fuori: fai una pulizia profonda della tua casa e quando hai finito passa per tutte le stanze con un incenso, un pezzetto di palo santo o uno smudge di salvia bianca soffermandoti negli angoli più importanti come la tua scrivania, il tavolo di cucina, il letto dove dormi, la cuccia del tuo cane.

Incenso, palo santo e salvia bianca sono sempre stati usati nelle culture antiche proprio per purificare, tutti e tre sprigionano il loro effetto per mezzo del fuoco e dunque della fumigazione. Ecco i loro usi e benefici.



INCENSO.
Si tratta di una gommoresina ricavata dal tronco di alcune piante che, bruciando, emanano un odore fortemente aromatico. Ne esistono numerose tipologie a seconda della destinazione d’uso e da sempre viene considerato resina sacra. Collegato con l’elemento aria, l’incenso viene diffuso nell’ambiente a vari scopi: purificarlo da energie pesanti, favorire la meditazione, creare uno spazio sacro e così via. Il termine, a quanto pare, deriva dal verbo “incendere”, che significa bruciare, risplendere.

PALO SANTO.
Il Palo Santo è uno degli strumenti più impiegati nei rituali e nelle pratiche spirituali poiché gli si attribuisce la precipua capacità di purificare a fondo l’ambiente da energie negative. È ricavato dall’albero omonimo, diffuso in alcune zone dell’America centrale e meridionale, seguendo un procedimento particolare, nel totale rispetto della natura. Infatti i bastoncini vengono ricavati dagli alberi già caduti a terra, essiccati naturalmente. Grazie alle sue proprietà purificanti il Palo Santo è spesso impiegato anche per contrastare malesseri psicofisici di vario genere, dovuti a energie potenzialmente negative. Un’altra sua funzione consiste nell’allontanare le zanzare e più in generale gli insetti.

SALVIA BIANCA.
Considerata sacra, anche la salvia bianca viene utilizzata da tempi remoti dai nativi americani per purificare ambienti e nelle cerimonie, per attirare prosperità e ristabilire l'equilibrio del proprio campo energetico. Cresce nel deserto degli Stati Uniti, prevalentemente in California.
Il suo fumo può essere passato intorno al corpo o nelle stanze.
Per la purificazione della casa: accendi l'estremità dell'intreccio di foglie, chiamato smudge, e passa il fumo lungo tutte le pareti della casa, in particolare negli spigoli. L'effetto sarà quello di ripulire le energie negative creando un nuovo campo energetico.
Per la purificazionedella persona: passa il fumo intorno al corpo soffermandoti in particolare sulla sommità del capo e all'altezza del cuore, respirando profondamente. La sensazione di leggerezza sarà immediata.

Tutti e tre questi “incensi” possono essere usati anche per meditare, rilassarsi, placare la mente e aprirsi al divino quindi ti consiglio di tenerne una piccola scorta sempre a portata di mano.
Se usi i Tarocchi e le Carte ispirazione, possono servirti anche per il rituale di consacrazione e purificazione del mazzo, te ne ho già parlato qui.
Fai molta attenzione, specialmente riguardo agli incensi in bastoncino, alla qualità: non devono contenere ingredienti chimici.
Io adoro ad esempio l'incenso Spiritual guide, ha un profumo davvero celestiale ed è ottimo sia per la casa che per facilitare la concentrazione e la connessione con l'intuito, te lo consiglio.

Bene, non mi resta che lasciarti alla tua purificazione di ottobre, se ti va di raccontarmela, scrivimi nei commneti!


2 commenti:

  1. Ciao Manuela, mi piace molto come scrivi e questo post è molto interessante. Continuiamo con le pulizie in tutti i sensi dentro e fuori! ^-^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Cristina, grazie sono contenta che ti piaccia. Forza allora, altro che pulizie di primavera! ;-)

      Elimina